#
it

Ricerca immobile

Primavera dentro e fuori in 6 mosse

Abbiamo spesso la tendenza a concepire le nostre case come spazi immutabili, sempre uguali a sé stessi in ogni stagione e ad ogni ora del giorno. Per qualcuno è un fatto psicologico, perché un’immota disposizione degli oggetti è rassicurante e poco impegnativa, ma per la maggioranza è solo una questione di pigrizia. È salutare, invece, lasciare che l’ambiente si trasformi, permetterne una certa liquidità: insieme alle poltrone, ai tappeti e alle librerie migrano anche le nostre sensazioni e scopriamo accostamenti e modi di concepire lo spazio anche migliori di quelli che avevamo allestito in prima battuta.La primavera, poi, è la stagione del rinnovamento (interiore ed esteriore) per eccellenza! Perché non approfittarne, quindi? Ecco 6 modi per rinnovare gli spazi del vivere e attingere anche dentro casa a questa naturale riserva di buon umore.

  1. I tessili. In primavera cambia del tutto il rapporto con il paesaggio che ci circonda: adesso siamo più propensi ad esplorarlo, con la complicità di un sole tiepido. Ma possiamo portarlo anche all’interno, nei tessili che rivestono balconi e cuscini. Se acquisti nuove tende sentirai la differenza: in questo momento vanno per la maggiore motivi floreali moderni e contemporanei (Ikea docet). Ogni ambiente va valorizzato con una luce diversa, quindi contano molto anche il peso e la trama della tenda.
  2. I fiori. Se ti piace vincere facile punta sui fiori, da acquistare o ancora meglio da raccogliere in grandi mazzi. Sembrerà un consiglio banale ma il loro potere evocativo ed emozionale è incredibile e non scontato l’abbinamento tra i vasi e lo spazio circostante. Un ambiente ortodosso e tradizionale potrebbe guadagnare attrattiva con un vaso moderno, al contrario un vaso con un taglio decorativo sarà un bel colpo d’occhio in uno spazio minimal. L’uso di fiori recisi per rinnovare l’ambiente casalingo è spesso snocciolato tra le soluzioni economiche, ma la verità è che bisogna sostituirli spesso, non proprio un affare. Se invece puoi coglierli dal tuo giardino o da quello di un parente o amico non hai davvero scuse.
  3. La dispensa. Riorganizzala, svuotando mensole e armadietti, andando a caccia di alimenti scaduti e trovando soluzioni più comode per riporre la pasta e le conserve. Vale quanto detto fin da principio: spesso indugiamo nella scomodità per pura routine, ma cambiare le nostre abitudini fa bene, soprattutto quando non si sono rivelate all’altezza delle aspettative.
  4. Il recupero creativo. Se nel garage dei tuoi genitori o dei tuoi nonni sono stati lasciati in abbandono tavolini, sedie, credenze o altri mobili chiedili in regalo. Se sono di legno o di vimini (ottimi i materiali naturali per la primavera) è semplicissimo ravvivarli con le giuste pennellate di colore e creare un angolino con tinte delicate e primaverili. Una tendenza d’arredo veramente cool? Mettere attorno al tavolo sedie tutte diverse, di colori diversi: vai con il mix!
  5. Le stampe botaniche. Una manna dal cielo per portare la primavera dentro casa. Sì, perché non devi necessariamente acquistarle, puoi scaricarle gratuitamente o per pochi euro, direttamente online. Prova a cercare su Pinterest le parole: “free printable, free set herb printable, free botanical printables” e troverai tantissime risorse utili. Una volta scaricati i file vanno portati in una copisteria, dove sceglierai anche le dimensioni della stampa. Acquista belle cornici e goditi la tua nuova galleria primaverile.
  6. Il balcone. Se hai un giardino non ti servono molti consigli: la primavera se ne impossesserà amabilmente in ogni caso, qualunque cosa tu faccia. Per chi vive in città il discorso è diverso, ma anche un balcone ha qualcosa da dire a questa stagione profumata. Per esempio potresti creare sul muro un giardino (verticale) di aromatiche, acquistando vasetti colorati. O, ispirandoti ancora una volta al riciclo creativo, potresti usare dei pallet per arredare il balcone con stile e semplicità. Quest’anno la giornata del risparmio energetico è dedicata proprio all’economia circolare: ottima occasione di contribuire alla felicità del pianeta, oltre che alla tua.